play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
  • cover play_arrow

    Casa Radio La prima radio con la Casa nel nome e nel cuore

Ultim'ora - ADNKRONOS

Strage ospedale a Gaza, Israele: “Non è stato nostro raid, ecco nuove prove” – Video

todayOttobre 18, 2023

Sfondo
share close

(Adnkronos) – Dopo la strage nell'ospedale di Gaza, dove hanno perso la vita almeno 500 persone, Israele continua a respingere le accuse di un suo coinvolgimento nell'attacco. E lo fa pubblicando un nuovo video dopo quello che per lo Stato ebraico proverebbe la responsabilità della Jihad, colpevole di un "lancio errato" di un razzo.  Secondo le forze di difesa israeliane, infatti, l'assenza di un cratere nella zona dell'ospedale battista Al-Ahli nella Striscia di Gaza dimostrerebbe che la struttura non è stata colpita da un raid aereo, ma è stata vittima di un grande incendio. L'Idf ha quindi diffuso il filmato in cui si vede ciò che resta dell'ospedale e il suo parcheggio in fiamme. ''Generalmente gli attacchi israeliani lasciano un grande buco nel terreno'', ha ricordato l'esercito israeliano. "Un fallito lancio di un razzo da parte dell'organizzazione terroristica della Jihad islamica ha colpito l'ospedale Al Ahli di Gaza City. Filmati dell'Idf dall'area intorno all'ospedale prima e dopo il fallito lancio del razzo da parte dell'organizzazione terroristica della Jihad islamica", si legge nella didascalia che accompagna il video su X. ''L'esplosione nell'ospedale Al-Ahli a Gaza è stato causato da un razzo della Jihad islamica che ha avuto una traiettoria sbagliata'', ha poi dichiarato in conferenza stampa il portavoce delle Idf Daniel Hagari, aggiungendo che ''nessun razzo dell'Idf ha colpito ospedale'' causando centinaia di morti. Hagari ha quindi mostrato una serie di prove a dimostrazione dell'estraneità israeliana dlel'attacco. ''L'analisi della traiettoria dei razzi effettuata dalla nostra intelligence conferma che il razzo è stato sparato vicino all'ospedale'', prosegue Hagari, che cita ''due video indipendenti che dimostrano il fallimento del lancio del razzo, la continuazione della traiettoria sulla Striscia di Gaza e la sua caduta vicino all'ospedale'''. Hagari ha quindi fatto sentire la registrazione ottenuta dall'intelligence israeliana di ''comunicazioni tra terroristi che parlano di una traiettoria sbagliata''. Nella conversazione tradotta dall'arabo si sente dire: ''E' la prima volta che vediamo un missile cadere così. E' nostro?''. E ancora: ''Alcune schegge di questo missile non sono israeliane''. Infine si dice che il missile "è stato lanciato dal cimitero dietro l'ospedale''. Hagari ribadisce che il fatto che non ci sia ''nessun danno strutturale e nessun cratere dimostrano che non è stato un attacco aereo a colpire il parcheggio'' dell'ospedale battista di Gaza. Contestando la rapidità con cui Hamas ha accusato Israele dell'attacco, Hagari ha spiegato che ''l'Idf ha lanciato un'indagine immediata basata sui dati dell' intelligence, filmati aerei, tutti ricontrollati''. Sono ''450 i razzi caduti nella Striscia di Gaza per una traiettoria sbagliata'' da quando è iniziata la guerra, lo scorso 7 ottobre, ha dichiarato ancora il portavoce militare. Il razzo che ha colpito l'ospedale di Al-Ahli a Gaza è uno di questi, ha aggiunto Hagari, mostrando un pannello con la mappa dei lanci falliti. "Il razzo della Jihad islamica sull’ospedale a Gaza è una tragedia orribile. Purtroppo non è la prima volta che razzi lanciati da Jihad islamica e Hamas contro Israele cadono invece dentro Gaza, colpendo la popolazione usata da Hamas come scudo umano. Non è una guerra tra versioni differenti, ma una questione di verità e menzogne. Israele ha le prove che si è trattato di un razzo lanciato dalla Jihad islamica. Ci aspettiamo che i media italiani si attengano ai fatti". Lo ha detto l'ambasciatore d'Israele in Italia Alon Bar.  —internazionale/esteriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Scritto da: Redazione

Rate it

CASA RADIO powered by Bricks Advisoring and Consulting srls

Via Adriano Fiori 20/c – Roma – Partita Iva 15463941003 – Tel. +39 0621701498 – email: info@casaradio.it

Iscrizione al Tribunale Ordinario di Roma Sezione per la Stampa e l’Informazione al numero 40/2023 

LICENZA SIAE NUMERO: 202100000684

LICENZA ITSRIGHT NUMERO: 0012816

LICENZA SCF NUMERO: 65/5/22

CONTATTI

ufficiostampa@casaradio.it

commerciale@casaradio.it

eventi@casaradio.it

0%